BloccoAnimalista

BloccoAnimalista La voce degli Animali
 
IndiceIndice  PortalePortale  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  Accedi  

Condividere | 
 

 La Pasqua vegetariana di Pietro Leemaan

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Admin
Admin
avatar

Numero di messaggi : 2765
Età : 52
Data d'iscrizione : 10.07.07

MessaggioTitolo: La Pasqua vegetariana di Pietro Leemaan   Mar Mar 18, 2008 1:12 am

IL GIORNALE
17 MARZO 2008

La Pasqua vegetariana di Pietro Leemaan

Milano - Saranno anche raddoppiati in tre anni i vegetariani in Italia, da tre a sei milioni tra il 2002 e il 2005, dati più aggiornati non ve ne sono, ma ancora ne deve fare di strada la ristorazione +ni carne ni pesce; per farsi apprezzare a livello di autentico piacere goloso. Lesempio che tutti fanno è quello di Pietro Leemann, ticinese quasi cinquantenne da tempo trapiantato a Milano, città che vede il suo Joia in via Panfilo Castaldi in pole position a livello di locali al top. Ma guarda, soppesa e pensa, la sua stella Michelin è un astro che splende senza però illuminare a giorno il mondo vegetal-vegano, quasi che il suo messaggio non venga capito fino in fondo proprio perchi non disdegna il lato acquolinoso. A ogni ricorrenza santa, legata a un piatto rituale che prevede il sacrificio di un animale, il movimento vegetariano pone laccento sulla strage di tacchini e anguille, agnelli e capretti. Però alla denuncia etica e morale, non segue lungo lanno una concreta azione a livello di ricette. +I vegetariani cucinano a casa loro o di amici - ricorda Leemann -. E quando va in un posto pubblico si arrangia pescando nel menù quanto di più vicino alla sua posizione. Senza contare che per diversi miei colleghi, un cliente vegetariano è un disturbo perchi ha la nomea di mangiare poco e senza tanta passione;. Un vegetariano non dà soddisfazione a chi cucina e il suo estremo vegano ancora meno poichi è tale chi rifiuta qualsiasi ingrediente di derivazione animale, a iniziare dai formaggi per via del caglio animale, cosa che fa il paio con il pane se non è garantita lassenza di strutto di maiale, senza scordarci la gelatina se di colla di pesce. Banditi però anche latte e burro che non prevedono luccisione della bestia. In verità i tanti paletti fissati tra antipasti e primi, secondi e dolci, dovrebbero stimolare un cuoco. Far felice il loro palato, crudisti compresi, suona impossibile come per un latin lover far raggiungere lorgasmo a una donna frigida.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.bloccoanimalista.org
 
La Pasqua vegetariana di Pietro Leemaan
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» BUONA PASQUA A TUTTI!!!
» vacanze di Pasqua prima volta al mare... foto... foto... foto...
» e se gli invitati arrivano per cena a Pasqua cosa preparate?
» Torta di Pasqua con...intruso ;-)
» BUONA PASQUA 2013

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
BloccoAnimalista :: NOTIZIE DI CRONACA ANIMALISTA-
Andare verso: