BloccoAnimalista

BloccoAnimalista La voce degli Animali
 
IndiceIndice  PortalePortale  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  Accedi  

Condividere | 
 

 La follia di Treviso "No ai cani stranieri"

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
ALENA
Admin
avatar

Numero di messaggi : 2105
Età : 37
Data d'iscrizione : 14.07.07

MessaggioTitolo: La follia di Treviso "No ai cani stranieri"   Lun Giu 02, 2008 7:25 am

LIBERO
31 MAGGIO 2008

La follia di Treviso "No ai cani stranieri"

Oscar Grazioli

Gentilini, il prosindaco di Treviso, ha ragione. È ora di finirla con l'invasione di tutti questi cani di razze o incroci stranieri. Non se ne può più di Labrador, Golden Retriever, Yorkshire, Dalmata e compagnia bella. Il fatto che veterinari e cinofili si lamentino perché è quasi impossibile trovare un cane di razza italiana pura, non è altro che una presa di posizione "pro domo mea". Sparissero tutti i cani di razze straniere, veterinari, allevatori, gestori di pensioni, commercianti ecc. finirebbero sul lastrico, altro che amore per i cani. Di questo hanno paura e la loro difesa di Labrador, Shar Pei, Pechinesi e Siberian Husky è puro corporativismo. La crociata di Gentilini contro i cani stranieri ha una sua ragione d'essere e non si parli di razzismo: al massimo si può parlare di federalismo cinofilo. Bene ha fatto dunque il prosindaco, durante un convegno sulle unità cinofile della Forestale, a dire: «Non vogliamo razze straniere. Oggi chiedo un salto di qualità: avere come amico dell'uomo i cani e le razze che avevano i nostri progenitori. Vogliamo quegli amici dell'uomo che accompagnavano i nostri agricoltori e rispettavano l'economia floreale». Applausi, anzi standing ovation. Basta con tutti 'sti Terranova che sembrano orsi, Shi-Tzu profumati che sembrano baldracche, Bulldog inglesi e francesi bavosi, Akita Inu con gli occhi a mandorla che sembra di essere alla periferia di Tokyo, Chihuahua che stanno nello zainetto dei liceali mangiando tacos e peperoncino a colazione. Tutti cagnacci che si ritrovano poi al parco e pisciano sulle piante autoctone, con sovrano disprezzo, mentre un "cane nostrano" non si azzarderebbe mai ad alzare la zampa su un olmo, o un tasso. Piscerebbe volentieri su un cedro del Libano o su un acero giapponese, ma mai su un tralcio di Prosecco. E non si venga a dire che è difficile trovare razze italiane. Il Pastore Bergamasco, il Maremmano Abruzzese, il Lagotto romagnolo, lo Spinone italiano e puranco il Maltese (a dispetto del nome) sono da secoli razze tricolori, come il Cirneco dell'Etna o il Mastino Napoletano che hanno solo il difetto d'essere meridionali e varranno dotati di un lasciapassare per risiedere nel Trevigiano. Bravo Gentilini. E noi rilanciamo: fuori tutti i gatti stranieri. Balinesi, Siamesi, Persiani, scio', lasciate in pace le nostre pantegane.


--------------------------------------------------------------------------------

IL GIORNALE
31 MAGGIO 2008

Fuori dal Nord i cani stranieri

Treviso - Fra gli esclusi ci sarà sicuramente il mastino napoletano, lo dice il nome. Agli altri cani, chissà, forse Giancarlo Gentilini farà la prova della «cadrega» di Aldo, Giovanni e Giacomo, rispedendo sotto il Po quelli che non saltano sulla sedia. «Non vogliamo razze straniere» ha detto il prosindaco leghista di Treviso presentando un convegno sulle unità cinofile della Forestale: «Chiedo un salto di qualità: avere come amico dell’uomo i cani e le razze che avevano i nostri progenitori». Immediata e stizzita la reazione di allevatori e veterinari: «È difficile trovare una razza italiana di cane, figuriamoci veneta o trevigiana». Il Fido padano non esiste, Gentilini dovrà accontentarsi al massimo del bracco italiano.

--------------------------------------------------------------------------------

L'ARENA GIORNALE DI VERONA
31 MAGGIO 2008

Il prosindaco contro i cani di «razza straniera»

TREVISO - Nuova uscita provocatoria di Giancarlo Gentilini, il prosindaco di Treviso famoso per i suoi coloriti interventi contro immigrazione, criminalità e tutto ciò che, non «padano», lede la tranquillità dei suoi concittadini. Il pioniere delle «ronde» questa volta punta il dito contro i cani, con una dura presa di posizione: «Non vogliamo razze straniere. Chiedo un salto di qualità», ha detto. «Vogliamo gli amici dell’uomo che accompagnavano i nostri agricoltori e rispettavano l’economia floreale». Stupiti veterinari e allevatori: «È già difficile trovare una razza italiana. Figuriamoci una veneta o addirittura trevigiana».

--------------------------------------------------------------------------------

IL MESSAGGERO
31 MAGGIO 2008

Giancarlo Gentilini, prosindaco di Treviso, non perde occasione per far parlare di sé

Giancarlo Gentilini, prosindaco di Treviso, non perde occasione per far parlare di sé. Questa volta si è scagliato contro i cani stranieri: «Non vogliamo razze straniere» ha detto quest’uomo illuminato. Sarebbe il caso di fargli sapere che il fido “padano” non c’è e che quasi tutte le razze sono incroci di razze di altre zone geografiche. Non c’è, insomma, il cane italiano a denominazione controllata all’origine. Gentilini trova sempre il modo di affermare qualcosa di inedito. Non ci dorme la notte questo statista trevigiano. M.C.

_________________
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.lovetherats.tumblr.com
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: La follia di Treviso "No ai cani stranieri"   Lun Giu 02, 2008 2:04 pm

e il bello è che questa gente ha anche potere... che depressione questo Paese!
Tornare in alto Andare in basso
ALENA
Admin
avatar

Numero di messaggi : 2105
Età : 37
Data d'iscrizione : 14.07.07

MessaggioTitolo: Re: La follia di Treviso "No ai cani stranieri"   Mer Giu 04, 2008 7:27 am

lilli ha scritto:
e il bello è che questa gente ha anche potere... che depressione questo Paese!

-"Basta con tutti 'sti Terranova che sembrano orsi, Shi-Tzu profumati che sembrano baldracche, Bulldog inglesi e francesi bavosi, Akita Inu con gli occhi a mandorla che sembra di essere alla periferia di Tokyo, Chihuahua che stanno nello zainetto dei liceali mangiando tacos e peperoncino a colazione....."-

ma sta scherzando questo personaggio Question No

_________________
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.lovetherats.tumblr.com
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: La follia di Treviso "No ai cani stranieri"   Mer Giu 04, 2008 12:18 pm

ma io vorrei sopprimere questo personaggio direttamente... ecco perchè l'Italia va a rotoli!
Tornare in alto Andare in basso
ALENA
Admin
avatar

Numero di messaggi : 2105
Età : 37
Data d'iscrizione : 14.07.07

MessaggioTitolo: Re: La follia di Treviso "No ai cani stranieri"   Gio Giu 05, 2008 6:15 am

lilli ha scritto:
ma io vorrei sopprimere questo personaggio direttamente... ecco perchè l'Italia va a rotoli!

Ma quello dice che cani stranieri pisciano sulle piante italiane e cani italiani no! ma ti pareva - è un pazzo ....... cani italiani pisciano sulle piante straniere! confused Questo è l'articolo più idiota che io abbia mai letto.
(domani spiego ai miei cani la differenza tra cedro e olmo Rolling Eyes )
Uno così prima farà sopprimere i cani e poi taglierà tutti alberi!

_________________
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.lovetherats.tumblr.com
Sunako
Moderatore
avatar

Numero di messaggi : 41
Localisation : Roma
Data d'iscrizione : 09.04.08

MessaggioTitolo: Re: La follia di Treviso "No ai cani stranieri"   Ven Giu 13, 2008 2:06 pm

cosa ti aspettavi da un leghista.....
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
gengy
Moderatore
avatar

Numero di messaggi : 69
Data d'iscrizione : 16.07.07

MessaggioTitolo: Re: La follia di Treviso "No ai cani stranieri"   Ven Giu 27, 2008 8:58 pm

dire pazzo e' poco,il guaio e' che ha pure un sacco di sostenitori,e poi basta guardare che vuol fare il suo "compagno di merende" al governo,un certo maroni,senza far nomi,lo scrivo pure minuscolo,con la schedatura dei bimbi rom,anche hitler inizio' cosi',ma questa e' politica,e un altro discorso...... Evil or Very Mad

ALENA ha scritto:
lilli ha scritto:
ma io vorrei sopprimere questo personaggio direttamente... ecco perchè l'Italia va a rotoli!

Ma quello dice che cani stranieri pisciano sulle piante italiane e cani italiani no! ma ti pareva - è un pazzo ....... cani italiani pisciano sulle piante straniere! confused Questo è l'articolo più idiota che io abbia mai letto.
(domani spiego ai miei cani la differenza tra cedro e olmo Rolling Eyes )
Uno così prima farà sopprimere i cani e poi taglierà tutti alberi!
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: La follia di Treviso "No ai cani stranieri"   

Tornare in alto Andare in basso
 
La follia di Treviso "No ai cani stranieri"
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» padroni paurosi che rischiano di "rovinare" i loro cani!
» Crocchette "exclusion mediterraneo per cuccioli"
» Definizione "opere del proprio ingegno", dite la vostra.
» Per chi googla "parto naturale dopo cesareo" & "epidurale"
» DVD: "Il mio JACK RUSSELL"

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
BloccoAnimalista :: ANNUNCI VARI-
Andare verso: